Assicurazione furti casa: quali sono le cose da considerare

Assicurazione furti casa: quali sono le cose da considerare

Le assicurazioni casa contro i furti hanno registrato, nel nostro paese, una buona dinamica di crescita nel corso degli ultimi anni; secondo quanto dichiarato dall’Istat in Italia si evidenzia una sostanziale contrazione del fenomeno dei furti in casa, ma, nonostante ciò, sono ancora molte le famiglie che non vogliono rinunciare a questa tutela. Numeri alla mano, nei primi sei mesi di quest’anno, le richieste per questa specifica tipologia di coperture è cresciuta su base annua del +5%.

Dato il grande successo di questi prodotti assicurativi, Facile.it ha deciso di mettere assieme un piccolo vademecum, con lo scopo di informare e indirizzare i consumatori sulle questioni più spinose come franchigie, esclusioni e massimali. Vediamo insieme quali sono i principali punti da dover considerare quando si sceglie il prodotto di assicurazione furto casa.

Il prezzo: solitamente queste soluzioni vengono proposte come garanzie accessorie all’interno di assicurazioni casa multirischio. Attenzione, però, perché molto spesso non comprendono la copertura di gioielli e opere d’arte, per le quali è richiesta la sottoscrizione di prodotti diversi. Il loro costo è variabile dai 2 agli 8 euro mensili, per un massimale di 5.000 euro; per chi invece desidera integrare anche la copertura gioielli e opere d’arte la cifra si alza da 1 a 3 euro al mese, con un massimale di 2.000 euro. In fase di stipula si rivela di fondamentale importanza scegliere un massimale che sia il più possibile vicino al valore dei beni che si intendono assicurare, in quanto l’eventuale rimborso che si otterrà sarà strettamente collegato a ciò.

Infissi, inferriate e allarmi: perché la copertura assicurativa risulti valida, alcune compagnie richiedono che l’abitazione risponda a determinati requisiti tecnici, con sistemi di protezione efficaci. Occhio ad esempio anche all’allarme: la sua presenza può comportare uno sconto sull’Rc, ma se non attivato può ridurre l’eventuale rimborso. Stessa cosa se si perdono le chiavi di casa, oppure se si lascia la porta aperta. Altra cosa da considerare è il fatto che queste assicurazioni siano valide solamente se a commettere il furto è una terza persona; se si tratta di un coinquilino, un parente o un domestico la compagnia può non rimborsare il danno subito.